E.M.D.R.

emdr

Che cos’è

EMDR è un acronimo che sta per “Eye Movement Desensitization and Reprocessing”. Si tratta di una tecnica, sviluppata alla fine degli anni ’80 da F. Shapiro, utilizzata inizialmente per il trattamento dei Disturbi Post Traumatici da Stress (PTSD), ora estesa all’elaborazione delle più svariate esperienze traumatiche.

L’EMDR lavora facilitando e accelerando la rielaborazione dell’informazione legata all’evento traumatico, che si considera immagazzinato in modo disfunzionale (da qui il trauma).

Come agisce

L’operatore segue un preciso protocollo: dopo aver individuato insieme al cliente i ricordi negativi (target) e le componenti cognitive, emotive e sensoriali disturbanti, propone alla persona una stimolazione alternata dei due emisferi cerebrali. Ciò avviene o attraverso il canale visivo (chiedendo al soggetto di seguire i movimenti oscillatori delle dita del terapeuta) o attraverso quello uditivo (facendo ascoltare suoni alternati rispettivamente all’orecchio destro e sinistro) a ancora tramite il canale tattile (“tapping”: tamburellamento alternato sulla parte destra e sinistra del corpo – di norma sulle ginocchia o sulle mani).

Ciò stimola le capacità di rielaborazione del soggetto, mentre questi si focalizza su alcuni aspetti dell’esperienza traumatica.

OPERATORE

patriziapascucci

Psicologa Psicoterapeuta, ho una decennale esperienza nel trattamento di disturbi d’ansia, attacchi di panico, fobie, difficoltà relazionali, disturbi dell’umore e disturbi psicosomatici.

Contatti

Tel: 3398155181

Email: pascuccipatrizia@tiscali.it

Sito web: http://www.psicologiamentecorpo.it